Get Adobe Flash player

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi684
mod_vvisit_counterIeri901
mod_vvisit_counterSettimana1585
mod_vvisit_counterMese22836
mod_vvisit_counterTotale1892193

Oggi è il 23 Gen 2018



Fade Iterator

Meteo settimanale Colleferro



TELEFONIA MOBILE ITALIANA, RECORD DEI COSTI IN EUROPA


L’AGCOM, ha evidenziato che in Italia negli ultimi anni si è registrata una diminuzione dei prezzi dei servizi di telecomunicazioni, indicando a sostegno della tesi il differenziale positivo tra l’indice dei costi della telefonia, e l’indice generale dei prezzi al consumo.

Tale affermazione tuttavia suona come la famosa media del “pollo a testa” nel senso che una diminuzione c'è stata fondamentalmente nei servizi di telefonia fissa (sempre meno utilizzati dagli utenti) mentre, al contrario, le tariffe applicate sulla telefonia mobile sono le più alte in Europa.

Tale record indesiderato, non solo non ha giustificazioni di alcun tipo, ma è ancora più penalizzante se si considera che gli Italiani detengono il “record” anche per il maggior numero di cellulari posseduti, e non servono calcoli complessi per capire che la maggiore concentrazione di telefoni mobili, ai costi più alti d’Europa, fa dei consumatori Italiani i cittadini Comunitari più penalizzati, e pone le compagnie telefoniche del "bel Paese" ai vertici Europei per profitti.

Tale fatto, denunciato peraltro da molte associazioni dei consumatori, dovrebbe indurre l’Autorità Garante delle Comunicazioni ad intervenire per eliminare l’ingiustificata differenza esistente tra le tariffe Italiane di telefonia mobile, con quelle del resto d’Europa.


M.Rossi