Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi318
mod_vvisit_counterIeri1494
mod_vvisit_counterSettimana3540
mod_vvisit_counterMese29488
mod_vvisit_counterTotale2094358

Oggi è il 20 Giu 2018



Fade Iterator

Meteo settimanale Colleferro



Slittano le scadenze per la dichiarazione dei redditi


Il ministero dell'Economia posticipa le scadenze per la dichiarazione dei redditi avuti nel 2012. i nuovi termini ora sono:

♦ presentazione della documentazione del 730 dai cittadini a professionisti e CAF entro il 10 giugno 2013;

♦ presentazione del 730 compilato dagli intermediari fiscali al contribuente entro il 24 giugno 2013;

♦ termine per il pagamento delle imposte, 8 luglio 2013 (o dal 9 luglio al 20 agosto pagando una maggiorazione dello 0,40%);

♦ termine di pagamento per UNICO 2013, 8 luglio 2013 per chi applica gli studi di settore.

Il termine ultimo per presentare la documentazione per la denuncia dei redditi 2012 passa dunque dal 31 maggio al 10 giugno 2013, slittamento concesso per consentire a Caf e professionisti abilitati, di correggere le dichiarazioni dei contribuenti che avevano compensato l'IMU della prima casa con i crediti Irpef, procedura di fatto vanificata dal decreto di sospensione dell’IMU.

Il nuovo iter pertanto consente a Caf e professionisti abilitati di accettare i 730 fino al 10 giugno, riconsegnare il modello elaborato e l'F24 ai contribuenti entro il 24 giugno, inviare la dichiarazione telematica all'agenzia delle Entrate entro l'8 luglio.

 

Prende corpo lo slittamento anche per Unico
Non solo i 730 quindi, ma è sempre più concreta l'ipotesi di una proroga dei versamenti anche di "Unico" dal 17 giugno all'8 luglio (con facoltà di posticipare il pagamento tra il 9 luglio e il 20 agosto, pur se con una maggiorazione dello 0,40%).

L'amministrazione finanziaria nel merito, ha precisato che è allo studio un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per posticipare i versamenti Irpef, Ires, e Irap, accogliendo l’interrogazione parlamentare del deputato Pdl Maurizio Bernardo, riguardante un’esigenza presentata dall'Ordine dei commercialisti di Roma, e sottoscritta da altri 62 Ordini.

L'Ordine chiedeva appunto il rinvio delle scadenze, motivandolo sia con la ritardata pubblicazione del programma per la compilazione degli studi di settore, sia per la contemporaneità della scadenza di pagamento dell'acconto IMU per seconde case e immobili diversi dalla prima casa (il cui pagamento è sospeso) che riguarda ben 30 milioni di immobili circa.

Spostare la scadenza, commenta il Presidente Avv, Rocco SOFI, è stato un atto di comprensione del Governo verso le difficoltà dei cittadini, atto che darà ai contribuenti qualche giorno in più per assolvere con "minore affanno" i doveri di contribuzione.

 

Scarica il modello 730 2013 leggi o scarica le istruzioni compila il modello 730 2013 editabile