Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1861
mod_vvisit_counterIeri683
mod_vvisit_counterSettimana2544
mod_vvisit_counterMese33449
mod_vvisit_counterTotale2230546

Oggi è il 25 Set 2018



Fade Iterator

Meteo settimanale Colleferro



Tasso di interesse legale ridotto da gennaio 2014

 

Ridotto dal 1° gennaio 2014 il tasso di interesse legale per contratti e pendenze fiscali

 

Si riduce il tasso di interesse legale che a partire dal 1° gennaio 2014. scende all'1%.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze infatti, ha emesso il decreto di aggiornamento del tasso sulla base del rendimento medio lordo annuo dei titoli di Stato (di durata non eccedente i dodici mesi) e tenuto conto del tasso di inflazione medio dell’anno (art. 2, comma 185, l. 662/1996).

Il provvedimento ridurrà l'impatto economico per quei contribuenti chiamati a pagare l'interesse legale (aggiunto alla mora) seguito a ritardi fiscali (IMU, ecc.) o a contratti con versamenti previsti per una certa data, e non effettuati (preliminari di compravendita, ecc.)

 

Il tasso d'interesse stabilito per legge viene applicato nei casi di:

♦ rapporti tra cittadino e Stato (pendenze fiscali, rimborsi, ecc.),

♦ contratti in cui non è stato stabilito un interesse diverso tra le parti.

 

Un adeguamento dovuto, commenta il Presidente di Areaconsumatori Avv. Rocco Sofi, il provvedimento infatti dovrebbe essere aggiornato su base annuale, cosa che tuttavia non era stata fatta per l'anno in corso, e che per questo era rimasto al precedente tasso del 2,5% fissato dal Governo Monti.

Un dato positivo, continua il Presidente, che agevola quanti si trovano a dover corrispondere interessi legali, valore che sul lato opposto della medaglia, conferma il ristagno verso il basso della situazione economica attuale.

 

Saggio storico dell'interesse legale


Periodo

Interesse

21.04.1942 - 15.12.1990

5,0%

16.12.1990 - 31.12.1996

10,0%

01.01.1997 - 31.12.1998

5,0%

01.01.1999 - 31.12.2000

2,5 %

01.01.2001 - 31.12.2001

3,5 %

01.01.2002 - 31.12.2003

3,0 %

01.01.2004 - 31.12.2007

2,5 %

01.01.2008 - 31.12.2009

3,0 %

01.01.2010 - 31.12.2010

1,0 %

01.01.2011 - 31-12-2011

1,5 %

01.01.2012 - 31-12-2013

2,5 %

01.01.2014 -

1,0 %