Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi528
mod_vvisit_counterIeri1030
mod_vvisit_counterSettimana7106
mod_vvisit_counterMese30553
mod_vvisit_counterTotale2227650

Oggi è il 23 Set 2018



Fade Iterator

Meteo settimanale Colleferro



Colleferro, fumo nero dagli inceneritori. Sale l’apprensione tra la popolazione


Servizio ripreso da LaNotiziah24 del 1° novembre 2016

 

Oramai non passa più una giornata di festa senza che si abbia qualche preoccupazione per le popolazioni a sud di Roma.

Dopo la scossa di terremoto di domenica scorsa questa mattina gli abitanti di Colleferro si sono svegliati con un denso fumo nero (vedi foto) che verso le 9:50 è iniziato ad uscire dall’impianto degli inceneritori posti alla Scalo, subito dietro la stazione ferroviaria.

Diversi cittadini allarmati ci hanno inviato le foto e ci hanno raccontato che verso le 10 sono arrivati due automezzi dei vigili del fuoco (autobotte e macchina a supporto) che sono entrati nella struttura ed hanno iniziato a spegnere l’incendio.

Ben visibile il fumo che usciva da una finestra posta in alto nella parete di cemento armato. Verso le 10 e 15 il fumo è iniziato a diminuire con i vigili del fuoco ancora all’interno dell’impianto.

Sul posto il sindaco Sanna che ha spiegato nel dettaglio cosa è avvenuto: “Stamattina assieme alla polizia locale siamo intervenuti sul posto dell’incendio agli inceneritori. Si è trattato di un nastro trasportatore subito spento ma questo testimonia ancora di più l’obsolescenza di quelle strutture che auspichiamo finiscano la loro attività il prima possibile.

Oltre a mettere in campo tutte le azioni possibili al comune per raggiungere questo traguardo nei prossimi giorni presenterò alla Raggi, che oggi ricopre l’incarico che una volta veniva identificato come Presidente della Provincia, per chiedere la ragione dell’assenza sebbene invitati degli esponenti della Città Metropolitana alla conferenza dei servizi per il rinnovo dell’aia degli inceneritori dove comune e asl hanno detto no al rinnovo”.

Inoltre, si è prontamente attivata anche l’associazione di AreaConsumatori: “intendiamo denunciare alle competenti autorità, il fumo sospetto fuoriuscito dagli inceneritori nella mattinata odierna.

Chiediamo il supporto a tutte le Istituzioni coinvolte – dichiara il Presidente di Areaconsumatori, Avv. Rocco Sofi – affinché siano accertate le cause di tali situazioni, che vanno ancora una volta ad incidere sull’ambiente. Domani presenteremo atti concreti, nelle sedi opportune, per conoscere la natura di simili episodi”.