Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi98
mod_vvisit_counterIeri940
mod_vvisit_counterSettimana5972
mod_vvisit_counterMese20680
mod_vvisit_counterTotale1890037

Oggi è il 21 Gen 2018



Fade Iterator

Meteo settimanale Colleferro



Colleferro, l’Europa risponde ad Areaconsumatori mentre il Comune continua a tacere sull’inquinamento dell’inceneritore

Articolo ripreso da "LaNotiziah24" del 17 maggio 2017

Un’importantissima risposta è giunta, nelle ultime ore, a firma di Cecilia Wikström Presidente della Commissione per le petizioni del Parlamento Europeo, che approva e dà seguito alla petizione presentata il 22 dicembre 2016 da Areaconsumatori, avente come oggetto la violazione delle norme in tema di emissioni industriali (prevenzione e riduzione dell’inquinamento) direttiva 2010/75UE dell’impianto di incenerimento di Colleferro sito in località Colle Sughero.


“La petizione non solo è stata accolta  – ci dice il Presidente di AreaConsumatori Avv. Rocco Sofi – ma sarà a breve sottoposta anche alla commissione ambiente del Parlamento europeo.

L’esito di “ricevibilità” non rappresenta soltanto un eccellente risultato tecnico, che pur in tanti aspettavano, visto anche il

silenzio con cui chi ci amministra sembra voler da sempre ricoprire tutto. Questa risposta, in realtà, testimonia quanto l’impegno e la competenza facciano la differenza: nessuno, a livello locale e non, era riuscito a farsi strada, a trovare lo spiraglio, la prospettiva di una soluzione.


Impegnarsi e dialogare, invece, avendo come interlocutore attento l’Europa, dopo aver impostato un quadro di azioni solido e funzionale, ci sembra modestamente un ottimo segnale.