Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi65
mod_vvisit_counterIeri609
mod_vvisit_counterSettimana1120
mod_vvisit_counterMese12919
mod_vvisit_counterTotale2147201

Oggi è il 28 Ott 2020
Fade Iterator



Meteo settimanale Colleferro



Bonus 600 euro per COVID-19 a partire dal 1 aprile 2020 per autonomi, partite IVA, cococo, stagionali. Nuovo

730

PIN semplificato introdotto dall'INPS:

Con messaggio n. 1381 del 26 marzo 2020, l'INPS ha comunicato l'introduzione di una procedura semplificata per ottenere il PIN necessario a presentare domanda per i bonus previsti dal dl "Cura Italia".

La nuova procedura resa più pratica e veloce, consentirà ai cittadini che ancora non dispongono dei vari "PIN dispositivo INPS", "Spid", "CIE", "CNS", di richiedere il PIN semplificato con cui presentare la domanda di bonus di 600 Euro destinato a partite IVA e autonomi, co.co.co., stagionali del turismo e agricoltura e lavoratori dello spettacolo.

La "procedura con PIN semplificato" sarà disponibile a partire dal 1° aprile.

Professionisti iscritti agli Ordini potranno analogamente ottenere il bonus 600, per loro tuttavia la domanda va presentata alla Cassa di previdenza di riferimento.

Domande di bonus 600 euro per partite IVA a partire dal 1° aprile:
Con il Messaggio 20 marzo 2020, l'INPS ha provveduto a fornire le prime istruzioni sul bonus 600 euro per partite IVA e autonomi introdotto dal Governo per effetto del dl Cura Italia, a sostegno economico per l'emergenza Coronavirus. Il bonus 600 euro spetta a:
♦ Professionisti a Partita IVA iscritti alla gestione separata INPS;
♦ Lavoratori co.co.co.;
♦ Lavoratori autonomi;
♦ Lavoratori stagionali del turismo;
♦ Lavoratori agricoli;
♦ Lavoratori dello spettacolo
In base alle istruzioni INPS, i lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS la domanda utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati nel sito internet dell’Inps, www.inps.it.
Come presentare la domanda:
-  Via WEB su - www.inps.it - sezione "Servizi online" > "Servizi per il cittadino" > autenticazione con il PIN dispositivo (oppure SPID, CIE, CSN, PIN semplificato).
-    CONTACT CENTER INTEGRATO - numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (da rete mobile con tariffazione a carico dell'utenza chiamante);
♦ Bonus 600 euro INPS come fare domanda online:
Per accedere al sito INPS e compilare la domanda bonus 600 euro partite IVA e autonomi, il cittadino deve accedere con una delle seguenti credenziali:
-    PIN dispositivo rilasciato dall’Inps (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);
-    SPID di livello 2 o superiore;
-    Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
-    Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
-    Nuovo PIN semplificato INPS, la cui procedura di richiesta è stata illustrata dall'INPS nel messaggio 1381 del 26 marzo 2020 e che spiegheremo in dettaglio nei prossimi paragrafi.
♦ PIN semplificato INPS come richiederlo:
La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:
1) ONLINE:
accedere al sito ufficiale
-    INPS https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp
-    pulsante RICHIEDI PIN;
-    inserire il proprio CODICE FISCALE;
-    compilare il modulo con tutti i dati richiesti.
-    AVANTI e seguire le istruzioni.
N.B. è importante indicare una e-mail o un numero di cellulare validi in quanto qui arriva il PIN di 8 caratteri.
Una volta conclusa la procedura si riceve via e-mail o SMS un codice composto di 8 cifre e lettere. Questo codice può già essere usato in combinazione con il proprio codice fiscale per accedere alla domanda di bonus.
2) Contact Center:
chiamare il numero verde INPS 803 164 (gratuito da telefono fisso)
chiamare il numero 06 164164 (a pagamento a seconda della propria tariffa telefonica da rete mobile).
Anche in questo caso, l’operatore richiederà gli stessi dati (codice fiscale, dati anagrafici, e-mail e numero di telefono) per completare la procedura e inviarci il codice alfanumerico di 8 cifre da usare come PIN.
Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, la prima parte del PIN, è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.
♦ Al via dal 1° aprile anche la Domanda bonus baby sitter da 600 euro:
Anche il bonus baby sitter da 600 euro fa parte delle misure del decreto Cura Italia e prevede un voucher da 600 euro, e da 1000 euro al mese per operatori sanitari e ricercatori, per le famiglie in cui entrambi i genitori sono lavoratori ed hanno figli con meno di 12 anni.
Il bonus potrà essere speso solo per acquistare il servizio di baby sitting, in pratica la baby sitter dovrà essere regolarmente assunta.
La domanda voucher baby sitter come specificato dalla circolare INPS 44 del 24 marzo 2020 dovrà essere presentata tramite PIN dispositivo.

Nei prossimi giorni con nuovo decreto, potrebbe salire a 800 euro il bonus per le partite Iva, aumentando la cifra ma diminuendo la platea degli aventi diritto con una maggiore selettività diretta a chi ha davvero subìto danni dalla pandemia Covid-19.
Confermata anche l’introduzione di un miniassegno da 400 euro (Reddito di Emergenza), per i cosiddetti “lavori discontinui”. La proposta prevederebbe il bonus per chi riesca a dimostrare di aver lavorato anche per brevissimi periodi di una-due settimane negli ultimi due anni.

 

Vedi e scarica i dettagli