Get Adobe Flash player
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi321
mod_vvisit_counterIeri1128
mod_vvisit_counterSettimana3033
mod_vvisit_counterMese4226
mod_vvisit_counterTotale2981525

Oggi è il 04 Ago 2021
Fade Iterator



Meteo settimanale Colleferro



Sentenza storica, per la prima volta in Italia si riconosce il rimborso totale di un contratto annullato causa COVID-19
La sentenza n.10 del 29.01.2021 emessa dal Giudice di Pace di Segni infatti, per la prima volta in Italia riconosce ad un consumatore il diritto ad ottenere il rimborso totale della cifra pagata ad una compagnia marittima dedita al mercato della navigazione turistica per la prenotazione di una crociera annullata causa pandemia.
La compagnia infatti, seguendo una linea ormai consolidata, si rifiutava di concedere il rimborso della cifra incassata proponendo in alternativa il rilascio di un voucher da sfruttare in periodi successivi, il consumatore tuttavia rifiutava la proposta rivolgendosi ad AreaConsumatori per ottenere giustizia.
L’atto di citazione nei confronti della compagnia di crociera veniva notificato da AreaConsumatori per l’udienza del 14 luglio 2020, discusso il 10 novembre 2020, per concludersi favorevolmente il 1° febbraio 2021 con la sentenza n. 10/21.

Così commenta Il presidente di AreaConsumatori Avv. Rocco Sofi: la sentenza riconosce in toto la validità delle motivazioni addotte da AreaConsumatori rendendo giustizia al Ns associato, pone al contempo un nuovo principio giurisprudenziale in tema di restituzione somme da contratti annullati causa pandemia, e crea un precedente che può fungere da apripista in Italia per analoghe situazioni.